operai

Wikilabour.it è una esperienza in corso da diversi anni ed unica nel panorama nazionale. Un gruppo di qualificati giuristi, prevalentemente di area milanese-lombarda, circa quattro anni fa ha dato vita al primo esperimento di enciclopedia on line del diritto del lavoro.

Aperta al contributo di molti, sempre aggiornata ed al passo con le novità legislative, Wikilabour costituisce un fondamentale strumento di studio e di consultazione non solo per il singolo avvocato del lavoro, ma anche per cittadini e lavoratori, grazie alla facilità di consultazione ed alla semplicità del linguaggio usato.

Pubblichiamo volentieri alcuni aggiornamenti in tema di rapporto di lavoro, ed in una separata sezione pubblicheremo altre interessanti novità in tema di diritto sindacale e di previdenza sociale.

Wikilabour.it

il grande Dizionario dei diritti dei lavoratori

annotato con la giurisprudenza

 

Rapporto di lavoro

 

Novità legislative

 

30/10/2013

D.L. 31 agosto 2013, n. 101, conv. in Legge 30 ottobre 2013 n. 125, art. 4 (G.U. n. 255 del 30.10.2013)

   

Con la legge recentemente approvata, il Parlamento ha, tra l’altro, approntato nella pubblica amministrazione un percorso di stabilizzazione del rapporto di lavoro per i dipendenti assunti a termine per almeno tre anni negli ultimi cinque ed ha previsto misure per il contenimento delle assunzioni a termine.

     
 

04/09/2013

D.P.R. 4 settembre 2013, n. 122 (G.U. n. 251 del 25 ottobre 2013)

   

Il Governo ha prorogato fino al 31 dicembre 2014 sia il blocco della contrattazione collettiva che gli automatismi stipendiali dei dipendenti della pubblica amministrazione.

     
     

Sentenze della Cassazione

 

28/10/2013

Corte di Cassazione 28 ottobre 2013, n. 24265

   

Non è risarcibile oltre il valore di cinque mensilità della retribuzione, il danno derivante da un licenziamento illegittimo, se il lavoratore non si attiva per la ricerca di un posto di lavoro in attesa della sentenza.

     
 

25/10/2013

Corte di Cassazione 25 ottobre 2013, n. 24198

   

La convocazione del lavoratore per difendersi da una contestazione disciplinare può essere fatta anche oralmente a terzi, purché poi questi ne riferiscano tempestivamente all’interessato.

     
 

23/10/2013

Corte di Cassazione 23 ottobre 2013, n. 24025

   

L’obbligo del datore di lavoro di comunicare l’avvio della procedura di mobilità riguarda unicamente le R.S.A. e le rispettive associazioni di categoria e non anche gli altri sindacati di categoria aderenti alle confederazioni nazionali maggiormente rappresentative sul piano nazionale.

     
 

23/10/2013

Corte di Cassazione 23 ottobre 2013, n. 24024

   

Ove manchi l’assistenza effettiva di un rappresentante sindacale del lavoratore, non sono valide le rinunce e le transazioni aventi ad oggetto diritti indisponibili di questi, stipulate in sede sindacale.

     
 

16/10/2013

Corte di Cassazione 16 ottobre 2013, n. 23533

   

Nel caso in cui il licenziamento di un dirigente, comunicato prima della cessione dell’azienda cui questi era addetto, venga ritenuto dal giudice ingiustificato, al pagamento dell’indennità supplementare, prevista dal relativo contratto collettivo in caso di licenziamento immotivato o ingiustificato, sono tenuti sia il cedente che il cessionario.

     
 

16/10/2013

Corte di Cassazione 16 ottobre 2013, n. 23530

   

La richiesta di risarcimento del danno non patrimoniale derivante dal demansionamento di un lavoratore deve indicare in maniera specifica la natura e le caratteristiche del pregiudizio subito, da dimostrare anche attraverso presunzioni desumibili dai connotati della violazione e dagli effetti da essa prodotti in ordine delle aspettative di carriera e sul piano della vita di relazione del dipendente.

     
 

19/09/2013

Corte di Cassazione 19 settembre 2013, n. 21454

   

Secondo la Cassazione, le errate comunicazioni dell’INPS in ordine alla posizione contributiva del lavoratore, anche se rese con la semplice informale consegna di un estratto conto contributivo, comportano la condanna di tale ente al risarcimento dei danni causati al lavoratore, indotto a dimettersi dal lavoro a seguito dell’errata comunicazione.

     
 

19/09/2013

Corte di Cassazione 19 settembre 2013, n. 21452

   

Dopo la dichiarazione di illegittimità del licenziamento, il lavoratore può sempre esercitare l’opzione per il pagamento dell’indennità di 15 mensilità in luogo della reintegrazione, ancorché abbia in precedenza ripreso servizio su invito del datore di lavoro, a seguito di un provvedimento d’urgenza del giudice.

     
     

Circolari, note e interpelli

 

04/10/2013

Ministero del lavoro, nota n. 5426 del 4 ottobre 2013

   

Azzerati, per effetto della legge n. 99 del 2013 gli intervalli minori di 60 o 90 giorni ma maggiori di 10 o 20 giorni tra due contratti di lavoro a termine tra le medesime parti, stabiliti dai contratti collettivi in attuazione della legge Fornero. La nota del Ministero fa inoltre salva la possibilità per la contrattazione collettiva di stabilire per il futuro intervalli di durata ancora minore.

Share This