Riportiamo di seguito il comunicato dell’Ordine degli avvocati di Bologna e dell’Ordine degli avvocati di Parigi in riferimentoal recente arresto in Turchia di molti avvocati accusati di reati riferito unicamente allo svolgimento del loro lavoro

Quella che segue è la circolare dell’Ordine di Bologna

Il 16 marzo scorso i nove avvocati Irfan Arasan, Ayşe Acinikli, Huseyin Bogatekin, Sefik Celik, Adem Calişci, Aişe Basar, Tamer Dogan, Ramazan Demir e Mustafa Ruzgar sono stati arrestati in Turchia e tuttora sono detenuti, accusati di terrorismo per il solo fatto di essere difensori di presunti terroristi.

Questo episodio, non nuovo in Turchia, è avvenuto all’indomani della giornata dedicata alla difesa e all’affermazione dei diritti umani organizzata dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Bologna insieme al Comune di Bologna, Assessorato alla legalità.

Arrestare gli avvocati identificandoli con le persone che difendono nelle aule giudiziarie è un’assurdità e un’atrocità che viola ogni convenzione internazionale, per giunta in un paese che chiede di entrare a far parte a pieno titolo dell’Unione Europea.

Gli avvocati, a qualsiasi latitudine, respingono le intimidazioni che vogliono avere l’obiettivo di minare la libertà nell’esercizio della difesa e sempre si batteranno per la difesa dei principi fondamentali e dei diritti umani.

Nell’esprimere solidarietà ai colleghi turchi arbitrariamente arrestati, auspichiamo che l’Unione Europea e l’Italia agiscano con le più opportune iniziative per la pronta liberazione di tutti gli avvocati ingiustamente incarcerati.

il Presidente
avv. Giovanni Berti Arnoaldi Veli

Riportiamo come detto anche il comunicato dell’Ordine di Parigi.

Cari colleghi,

i nostri colleghi Ramazan Demir e Ayse Acinikli sono detenuti in Turchia. Con sette altri avvocati, Irfan Arasan, Hüseyin Bogatekin, Sefik Çelik, Adem Çalisçi, Tamer Dogan, Mustafa Ruzgar et Ayse Gösterislioglu, sono accusati di aver assistito i proprio clienti. Sono stati arrestati alla vigilia d’una udienza nella quale 46 avvocati dovevano essere giudicati. Essi non hanno accesso agli elementi di prova contro di loro e non conoscono le accuse che sono loro rivolte. Queste procedure contro i nostri colleghi in Turchia hanno due finalità: ostacolare gli avvocati nell’esercizio della difesa in violazione dei trattati internazionali sottoscritti anche dalla Turchia, poi scoraggiare il sostegno proveniente dall’estero.

Per il loro coraggio i nostri colleghi onorano la nostra professione. La loro sorte non può lasciarci indifferenti.

Per questo il nostro Consiglio dell’Ordine (di Parigi) ha denunciato due volte queste derive e si è associato alle posizioni del rapporteur dell’ONU per l’indipendenza dei giudici e degli avvocati.

Vi proponiamo di manifestare la nostra indignazione e il sostegno ai colleghi turchi in questi modi:
– scrivendo alle autorità turche, europee ed italiane una lettera di protesta
– inviando ai nostri colleghi delle cartoline postali agli indirizzi indicati di seguito.

Vi suggeriamo delle brevi frasi in turco con lo scopo di evitare la censura nelle carceri.

La Turchia è una grande nazione. Testimoniamo la nostra solidarietà ai nostro colleghi e mobilitiamoci per dimostrare che non può esserci una democrazia reale senza un’avvocatura libera e indipendente.

Vi invitiamo anche a inviare una copia delle vostre lettere e cartoline sulla pagina facebook
Support group for Istanbul imprisoned lawyers” :

Vos bien dévoués,

Frédéric Sicard
Bâtonnier de Paris

Dominique Attias
Vice-bâtonnière de Paris

INDIRIZZO DEI NOSTRI COLLEGHI DETENUTI:

Ramazan DEMIR Silivri Kapali ceza Infaz kurumu. 5 nolu Cezaevi
Semizkumlar Mah. Ceza Infaz Kurumlari Kampusu
Silivri / Istanbul
TURCHIA

Ayşe ACINIKLI
Bakırköy Kadın kapalı ceza infaz kurumu, B6 Koğuşu / Zuhuratbaba Mah. Dr. Tevfik Sağlam Cad.
Lepra hastanesi yanı No: 28
Bakırköy-İstanbul
TURCHIA

Frasi suggerite per le cartoline postali; è necessario scrivere in turco per evitare la censura:

Değerli Meslektaşım (caro collega)
Değerli Ramazan / Değerli Ayşe (caro Ramazan / cara Ayşe)
Adalet (giustizia)
Savunma (difesa)
Avukat (avvocato)
Adalet ve savunma kelimelerinin türkçesini öğrendim (ho imparato le parole “giustizia” e “difesa” in turco)
Dayanisma ile (con tutta la solidarietà)
Cubben seni bekler (la tua toga ti attende)
Ozgurluk (libertà)
Paris barosu seninle (il COA di Parigi è con te)
Avukat olarak meslektasimin yanindayim (io sono avvocato, sostengo i miei colleghi)
Unutulmuyacaksın (non ti dimentichiamo)
Sevgiyle (con amicizia)
Saygiyla (saluti cordiali)

Share This