rientro dei capitali

Durante Consiglio dei Ministri del 25 gennaio scorso sono state approvate le norme per la regolarizzazione dei capitali detenuti all’estero, al fine di evitare il taglio delle detrazioni IRPEF, ridurre i contributi INAIL di 1 miliardo e differire a maggio 2014 il versamento di altri 2 miliardi, sospendere i termini di versamenti e adempimenti tributari nei comuni del modenese colpiti dalla recente alluvione. L’operazione di trasparenza ed emersione dei capitali italiani all`estero, sarà seguita da un secondo intervento all’interno del pacchetto antimafia per introdurre in Italia il reato di autoriciclaggio, fondamentale per l`aggressione ai patrimoni della criminalità.

Sono stati stabiliti i criteri di privatizzazione di Poste e Enav, che disciplineranno la cessione di quote non di controllo. “La privatizzazione del 40% di Poste e del 49% di Enav rappresenta la prima tappa del percorso per realizzare una riduzione del debito pubblico dopo sei anni di crescita continua – ha spiegato il presidente Letta -con la cessione di quote delle due aziende, comunque non di controllo, la proprietà rimane pubblica”.

Share This