Pubblicato dalla casa editrice dell’Università di Bologna Bononia University Press, il testo di Federico Martelloni, Professore associato in Diritto del Lavoro, Dipartimento di Scienze Giuridiche (DSG) Università di Bologna (sede di Ravenna), così viene presentato dalla stessa editrice.

“A dieci anni dall’introduzione di un istituto molto controverso come il lavoro a progetto, e all’indomani della sua recente rivisitazione, questo studio monografico prova a fornire risposta agli interrogativi che hanno percorso e diviso la dottrina e la giurisprudenza lavoristica alle prese con un nuovo assetto delle forme di lavoro. Dopo aver tracciato una «genealogia» del lavoro autonomo coordinato, l’Autore ne indaga natura e funzione, approfondendo come sua variante oggi dominante le collaborazioni a progetto. All’esito della ricerca, ricca di riscontri comparatistici e applicativi, il coordinamento attivo del collaboratore si presenta non solo come la cifra identificativa di una specifica tipologia di lavoro, ma assume anche un più generale valore paradigmatico. Il lavoro coordinato viene, così, ad interferire con le nozioni archetipiche di autonomia e subordinazione, fino a ridisegnare i contorni della «grande dicotomia» del diritto del lavoro, innovandone nel profondo l’assetto sistemico, in termini più adeguati alle trasformazione intervenute nel quadro economico-produttivo. “

Per maggiori informazioni sull’attività scientifica di Federico Martelloni rinviamo al link del suo curriculun vitae pubblicato sul sito internet dell’Università di Bologna https://www.unibo.it/sitoweb/federico.martelloni2/cv

Share This