circolare inps

Con la circolare 28/2014 l’Inps ha rivalutato, secondo quanto previsto dall’art. 70, d.lgs. 276/2003, come modificato dalla legge n. 92 del 28 giugno 2012, i limiti entro i quali i compensi economici dei lavoratori possono essere considerati prestazioni di lavoro accessorio.

L’ISTAT ha comunicato, nella misura dell’1,10%, la variazione percentuale verificatasi nell’indice dei prezzi al consumo, per le famiglie degli operai e degli impiegati, tra il periodo gennaio 2012-dicembre 2012 ed il periodo gennaio 2013-dicembre 2013.

Pertanto, i nuovi importi economici da prendere a riferimento per l’anno 2014, sono così rideterminati:

– 5.050 € netti per la totalità dei committenti nel corso di un anno solare;

– 2.020 € netti in caso di committenti imprenditori commerciali o liberi professionisti nel corso di un anno solare.

I corrispondenti importi lordi, riferiti all’anno solare, sono pari a:

– 6.740 € per la totalità dei committenti;

– 2.690 € in caso di committenti imprenditori commerciali o liberi professionisti.

Share This