Abolita dal Consiglio di Stato la tassa imposta agli stranieri per il rilascio del permesso di soggiorno.

La sentenza che contiene questa importante decisione è la n. 4487 del 2016, ed è stata emessa sulla scorta di una precedente decisione in tal senso del Tar Lazio.

A sua volta il Tar Lazio si era inserito in una corrente di pensiero che proveniva dagli organismi europei, in particolare la Corte di Giustizia, che aveva definito irragionevole e discriminatorio l’importo di 200,00 euro richiesto agli immigrati per l’emissione di un semplice documento da parte di una pubblica amministrazione.

L’importo di 200,00 euro già da tempo a molti appariva esagerato, ed ingiusto.

Da ora in avanti le Questure dovranno adeguarsi ai normali standard per la tassazione dei documenti rilasciati dalla pubbliche amministrazioni, ad esempio le anagrafi, che per il rilascio di un certificato non arrivano mai a chiedere più di un massimo di 30 euro.

Lo Studio legale Palombarini e Mantegazza negli anni ha seguito molti casi in tema di immigrazione, tema da cui attualmente ogni avvocato viene spesso coinvolto, trattandosi di argomenti “trasversali”, che passano dal rilascio del permesso di soggiorno, alla richiesta di cittadinanza, a questioni attinenti il diritto del lavoro, il diritto delle locazioni, il diritto di famiglia, e molte altre discipline.

L’avv. Palombrini ha curato diverse pubblicazioni in tema di patrocinio a spese dello Stato, detto anche gratuito patrocinio.

Share This